Cassazione: errata pretesa le imposte indirette proporzionali

La Cassazione nella sentenza n. 25478 del 18/12/2015 affronta la delicata questione dei rapporti fiscali del trust. La Corte rigetta il ricorso dell’Agenzia delle Entrate considerando errata la pretesa circa le imposte indirette in misura proporzionale. L’errore sta nel fatto di considerare il trust immediatamente produttivo degli effetti traslativi finali che costituiscono il presupposto dell’imposta. La sentenza della cassazione ha affermato che  la costituzione di un trust a titolo gratuito, espressione di liberalità, non è soggetta, secondo il regime “ratione temporis” vigente in epoca anteriore al 3 ottobre 2006, alle imposte indirette sui trasferimenti in misura proporzionale, atteso che il trasferimento dei beni al trustee, avendo natura transitoria, non esprime alcuna capacità contributiva, sicché il presupposto d’imposta si manifesta solo con l’attribuzione definitiva dei beni dal  trustee  al beneficiario.

ad 30Cassazione – sentenza n.25478-2015