Legge di Stabilità 2016

La Legge di Stabilità 2016, approvata dal Governo nel CdM del 15 Ottobre (con successiva firma del Presidente della Repubblica) prevede misure che focalizzano su pensioni (part-time con contributi figurativi pieni, settima salvaguardia esodati ed estensione della Opzione Donna per tutto il 2015), IMU-TASI (abolizione imposta sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli imbullonati), sgravi IRAP agricola, taglio IRES (una prima riduzione per le imprese nel 2016 ed un secondo sgravio nel 2017), rinnovo (a budget dimezzato) assunzioni agevolate a tempo indeterminato (decontribuzione per i datori di lavoro), innalzamento del tetto al contante (da mille a tremila euro), sconti fiscali legati al salario di produttività. Trova spazio anche il sostegno ai più deboli. Sono stati previsti 90 milioni nel 2016 per la Legge sul “Dopo di noi” per sostenere persone con disabilità al venir meno dei familiari. Si prevede inoltre l’incremento dello stanziamento del Fondo per le non autosufficienze per un totale di 400 milioni di euro.  E’ un risultato storico poiché per la prima volta nella storia c’è un capitolo di bilancio sul Dopo di noi.

ad 30Legge di stabilità 2016 – Comunicato stampa